Lettori fissi

lunedì 18 novembre 2013

Sommersa dai curriculum (parte 2)



Buongiorno a tutti.. sono in viaggio e in treno ho il tempo per scrivere questo post che attendevo da molto tempo… sicuramente un aiuto in più per chi inizia a scrivere il suo cv o lo vuole migliorare…
Ne abbiamo parlato in maniera sommaria in precedenza e abbiamo puntualizzato su 2 informazioni importanti :

1. Personalizzare il cv a seconda del destinatario.
2. Prestare attenzione al layout.

Ora procediamo e vediamo qualche nuovo consiglio…
Quante volte avete preso in mano quel file del cv Europass??? Dai su lo sappiamo tutti si inizia sempre da lì… è come fosse la copertina rassicurante sotto la quale tutti noi giovani laureati ci scaldiamo… la nostra coperta di linus…
… io non voglio sparare su questo modello, perché è nazionale ben strutturato e pensato… ma veramente troppo standardizzato!!!! Ci rendiamo conto che un cv di quel tipo ci fa inserire una miriade di informazioni alle volte inutili o quantomeno disperse nel mucchio??? Quindi:

3. USARE IL MODELLO EUROPASS COME BASE PER UN CV MIGLIORE
vi spiego cosa intendo… il mio consiglio è partire dalla stesura del cv standardizzato, prestando molta attenzione ad ogni sua parte, in questo modo avrete ben chiaro un ordine, avrete tutte le informazioni necessarie e avrete completato la parte delle competenze personali che il più delle volte vengono sottovalutate e  poco considerate ma possono risultare molto utili in un eventuale comparazione… per farla breve usatelo come base, un valido aiuto per fare qualcosa di migliore e più adatto alla situazione.

Fortunatamente non credo questa sia una novità per tutti voi ma ci tengo a dare questo consiglio perché piano piano vi renderete conto che è più semplice andare a togliere ciò che c’è di superfluo all’interno del cv piuttosto che aggiungere una volta creata la base.
Ora aprite bene le orecchie… se siete alle prime armi, se state cercando di scrivere uno dei vostri primi cv e non avete molte esperienze… fate in modo che il vostro curriculum stia in una sola pagina…
Vi sembrerà assurdo, ma come fare? Vi assicuro che è semplicissimo, a me è piaciuto ricorrere ad un espediente che trovo monto interessante, usare dei grafici… o meglio l’università e il percorso formativo sono più o meno uguali per tutti, potreste pensare di inserirlo in una linea del tempo, oppure accorpare tutte le informazioni relative alla laurea in un trafiletto a lato pagina, tutto questo vi darà la possibilità di avere lo spazio necessario per inserire le esperienze ma soprattutto… e arriviamo al punto …

4. INSERIRE UNA BREVE DESCRIZIONE INIZIALE:
cosa dovrà contenere e a cosa serve questa descrizione? Prendetela come una specie di memo, 4/5 righe da scrivere su di voi le vostre prospettive e la vostra ricerca; si tratta di avere un resoconto di tutto il cv che una volta letto dia subito un immagine positiva di voi e che l’eventuale datore di lavoro avrà sempre sotto gli occhi e leggerà sicuramente… calibrate molto bene quello che scriverete perché sarà il vostro biglietto da visita!

 E con questa vi saluto e spero di essere stata di aiuto a molti di voi… naturalmente di consigli ne arriveranno altri… ma … fate tesoro di ogni parola, non foss’altro perché è un esperienza che in qualche modo può darvi uno spunto in più per migliorare…

PS. Presentatevi al meglio avrete molte più opportunità!

Buona giornata e
Alla prossima
Monica
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...